Advertisements

GRANDE FRATELLO VIP, Prima e Seconda puntata: la nostalgia dello smorza candela

occhio

E così, senza troppe aspettative né pretese, è cominciato il Grande Fratello VIP.

Come in ogni reality che riguardi i già famosi, anche i protagonisti di quest’edizione lo sono ma non troppo. Se lo sono, stanno decadendo e hanno la forte necessità di rilanciare il loro personaggio. Eventualmente hanno appena iniziato ad esserlo, e tentano di rimanere sulla cresta dell’onda ancora qualche annetto (dev’essere gratificante trasformarsi da: quellodiuominiedonne a quellodelgrandefratellovips), certo… la trasformazione andrebbe portata a termine, e l’eliminazione alla prima puntata può costituire un ostacolo non indifferente al raggiungimento dei propri obiettivi.

Io, che sono ignorante, di questo cast conosco soprattutto Valeria Marini e Pamela Prati. Anche i nati nel mondo di Maria de Filippi, in cui includo anche Bosco Cobos (lui forse crede di dovere la sua “fama” all’isola e la Marcuzzi, ma senza la sua amicizia con Jonas Berami – il quale ha potuto partecipare al reality italiano grazie alla fama ottenuta come tronista – nessuno di noi avrebbe saputo della sua esistenza, quindi, per me, è comunque un figlio di Maria).

Elenuàr Elenoire Casalegno mai sentita nominare, le Mosetti boh, di Ciociara io conosco solo quella di De Sica, chiunque sia celebre per lo sport men che meno (tranne Bettarini – perché stava con la Simo), Gabriele idem però è bellino, di Rodriguez soubrette conosco solo Belen e sua sorella, Laura Freddi chi?

E se ho dimenticato qualcuno è perché, oltre a essermi sconosciuto, non ha attirato la mia attenzione.

A condurre ci ritroviamo Ilary Blasi, ma a questo punto avrebbero potuto metterci anche Facchinetti che, almeno inizialmente, sarei stata entusiasta comunque. Non essere Alessia Marcuzzi è un motivo più che sufficiente per suscitare gioia in chiunque.

Davvero, ancora non mi spiego (per modo di dire) come possano averle affidato tante conduzioni di programmi importanti, nonostante la scarsa professionalità fosse palese.

Io capisco che a condurre sempre il GF magari, dopo un po’ di anni, ti rompi anche, fan sempre le stesse cose e ti confondi, gli autori non brillano e tu non sei in grado di partorire mezza idea nuova… ma almeno ricordarsi i nomi dei partecipanti, o evitare di fingere di passare il proprio tempo a guardarsi Mediaset extra e il grande fratello accaventiquattro.

Nei miei peggiori incubi c’è la Marcuzzi che mi adula senza motivo mentre con una mano mi pugnala e con l’altra mima l’allungarsi del naso di pinocchio.

Non dico che Ilary sia professionale, la sua conduzione è davvero lontana da quel che definirei: “professionale”, assomiglia più ad un’animatrice da sagra di paese che ad una conduttrice, a tratti pare proprio un po’ imbecille – e allora più che un reality da prima serata si direbbe il salotto di mia nonna-… ma almeno ci si gode del sano trash, con i doppio sensi, le espressioni dialettali, e tutto il corollario. Signorini che smania per saperne i significati, e non trattiene la curiosità: Che cosa vuol dire Ilary? Dai dimmelo! Dai dillo, dai dimmelo adesso se no non t’invito al mio compleanno, dai, cosa vuol dire.

Ilary Blasi Grande Fratello Vip

Anche l’accento di Bosco e la ciociara creano non pochi problemi, e Ilary si sofferma per minuti interi e cercare di comprendere.

Momenti imbarazzanti, momenti belli.

Su tutto il resto, la tattica della Blasi di fronte a qualsiasi imprevisto, o scazzo aggiuntivo, è semplicemente geniale e sempre la stessa: ignorare beatamente tutto quel che viene detto e che non le garba.

Se ne sbatte le palle e finge di non aver visto né sentito, tutto: le polemiche di Alfonso Signorini sui concorrenti, i quali osano insinuare che i video siano montati (che calunnia priva di logica!); i VIP che non smettono di monologare, gli rwm partiti per sbaglio, altri casini tecnici evidenti, le richieste di moviola e congetture varie.

D’altronde anche i VIPS si sono comportati come se lei non esistesse per la maggior parte del tempo.

Il mio problema, che m’impedisce di godere appieno di questo baraccone, è che il tono di voce è sorprendentemente simile a quella di Alessia. Almeno, secondo me (sì, ho un problema alle orecchie e sento maluccio), che quando chiudo gli occhi, nei numerosi momenti di noia che la prima serata porta con sé, a volte mi spavento e temo sia tornata la Marcuzzi con in mano una motosega.

Alfonso Signorini invece non è cambiato ed urticante come sempre, con i suoi hasthag -che non ho capito se davvero qualcuno utilizza, ma loro fingono di sì-, le sue battute basate su fatti che conosce solo lui -ma avrà modo di parlarne in seguito-, e la sua crapa pelata.

È stato bello vedere il fallimento di ogni colpo di scena, o scherzetto che gli autori avessero ideato.

Ed è il motivo principale per cui ho compreso che no, loro devono essere sempre gli stessi.

Bosco “nascosto” (io l’ho riconosciuto dopo trenta secondi, anche perché il cast era già noto da qualche tempo, per cui immagino sia andata così pure per tutti gli altri) e il tiro mancino a lui giocato, peccato che dopo due secondi gli altri concorrenti gli abbian rivelato che si trattasse di uno scherzone.

Almeno ho potuto gustarmi Ilary Blasi la gnorri, èd è lì che ho cominciato a divertirmi.

Ancora devo capire il senso dell’eliminazione di Mariana voluta dalla Prati, che già la odiava in antecedenza (grande sgooop rivelato da Signorini), e la Rodriguez che però rientra, senza nemmeno qualche stacco pubblicitario d’attesa perché non interessava a nessuno, nella casa dei poveri.

Se sapete che non creerà un briciolo di suspense evitate e basta, vuol dire che è una pessima idea e dopo venti edizioni ha pure stancato.

O Valeria Marini e Clemente Russo nella casa sgarrupata, che coloro che stavano nella casa bella sentivano parlare, per cui sapevano benissimo fossero già entrati e si stavano solo domandando dove fossero finiti.

Sebbene nessuno di loro sia diventato noto ai più per il proprio intelletto, non sono nemmeno così stolti da sapere che la Marini sia una concorrente, averci passato il proprio tempo fino l’ora prima, non vederla, e pensare: va beh avrà cambiato idea all’ultimo. Valeria c’ha paccati.

Non mi è chiaro nemmeno se l’entrata delle Mosetti dovesse essere una sorpresa per gli altri concorrenti oppure no, ma non mi sembrava particolarmente stupito nessuno.

Degno di nota il momento paperissima con Elenuar che becca in piena faccia l’ostacolo, ma solo perché adoro il crossover fra programmi.

In una settimana, dalla prima puntata e dai daytime, pare non essere successo nulla di rilevante.

Ad Andrea manca Giulia, Asia vorrebbe farsi Andrea (cioè: ad Asia è stato imposto che vorrebbe farsi il Dama) ma il Dama non si lascia nemmeno sfiorare.

Bettarini fa gli addominali e la ciociara sbava, la Marini è una vera Vamp anche quando la faccia le cade a pezzi.

Pamela Prati nella vita ha tanto sofferto ma è forte, se ne vuole andare ma dopo pochi secondi cambia idea.

Le gnocche non sono mai troppo intelligenti, che guai sfatare questo mito della bella ma scema. Giulia de Lellis (la fidanzata d’Andrea Damante), non è incinta, ma se mai lo fosse lo dirà subito in diretta (fa un sacco ridere Giulia che crede che questo interessi il mondo, e non solo il suo fandom).

Clemente Russo è prossimo ad ottenere il diploma di quinta elementare, Ilary continua ad ignorare tutto e tutti – persino le polemiche mosse nei suoi confronti, (giuste), sull’aver stoppato il tempo ai blu al fin di far rimanere il gruppo povero nella casa povera, e portarli così allo sfinimento-.

Mariano (che credo sia strettamente imparentato con Francesco Renga) era da un anno che ambiva a farsi tagliare i capelli in diretta tv, e finalmente c’è riuscito.

Costantino Vitagliano è antipatico, e, infatti, vien fatto fuori subito.

Il GF non imbroglia  per salvare l’antipatico in nessun modo.

Niente musichette di Crudelia Demon che lo accompagnano in un luogo ancora non svelato della casa con sottobraccio un dalmata, solo noiosissimi e lunghissimi minuti di lui in studio.

Se fosse un programma di Maria de Filippi mi direi: “Si vede che in serbo qualcosa d’altro, un cattivo ancora peggiore, la rivincita dei malvagi o non so che”, essendo il GF, e rinnovando così la mia illimitata stima verso le scelti autorali, banalissime, di questo format, prevedo non succederà nulla di che.

E la puntata finisce, fra Ilary Blasi che dalla stanchezza s’è scordata chi sia suo marito – che faccia abbia e quando sia nato-, e Signorini che ancor sghignazza pensando allo smorzacandela.

Anche la segretissima missione affidata ai maschi della casa, strappare un bacio ad Alessia Macari, è già stata palesata, non che altrimenti mi sarei emozionata ed esaltata a guardarne il progresso, ma m’auspicavo durasse almeno due giorni e non dover patire guardando la malinconia del Dama.

Advertisements


Categories: Grande Fratello Vip, Ironico, Reality Show, Televisione, Trash, Uomini e Donne

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: