Advertisements

X FACTOR 10: Arisa ubriaca e lo StraFactor salvano la puntata

X Factor logo

Malgrado durante le audizioni Manuel Agnelli c’avesse fatto sognare, con la sua cattiveria e i suoi commenti inaciditi, il primo live delude amaramente. Non delude solo lui, poverino, che ha cavalcato l’onda buonista della serata. Han deluso proprio tutti, a cominciare dai concorrenti a finire per Tommassini.

Quest’anno, per quanto mi riguarda, è andata peggio che mai. Credo che ogni anno, più il pubblico trovi fantastico il cast, io lo trovi scarso. Nemmeno un pupillo -che verrà eliminato la terza puntata-, a scaldarmi il cuore. Chi mi piaciucchiava, quest’anno, non è nemmeno arrivato all’home visit. Una tragedia alla Cecco e Cipo.

Nel corso della prima manche ho meditato… se fosse meglio tagliarmi le orecchie come Van Gogh oppure bere della cicuta come Socrate.

Dapprima assistiamo ai Soul System con una canzone di Jay. Z feat Timberlake, secondo me han stonato e un bel po’… ma sono quasi sopportabili paragonati a quel che ci viene propinato in seguito. Fatico persino a dirlo, perché tocca ricordare quei momenti. Dopo la esibizione, ingiustamente osannata dai giudici, dei Soul Syistem, rimango inerme a guardare l’oltraggio perpetuato ai danni di Faber per mano di Caterina: che osa una sua, sigh, personale sigh-sigh, versione sigh-sigh-sigh de: La canzone di Marinella.

È il primo momento, casting compresi, di questo X Factor, in cui rimpiango davvero-davvero Morgan. Che bello se ci fosse Morgan a dire che i cantautori van capiti, che non puoi cantare sorridendo la canzone d’una pu*tana che vien spinta dentro il fiume da un cliente. Preferirei quasi avere Simona Ventura tutta felice perché il giudice di riferimento ha attinto al bellissimo patrimonio di canzoni nostrane, piuttosto che un Manuel Agnelli non in grado di distruggere una Caterina, come avrebbe meritato.

Io da Alvaro Soler (che sembra tantissimo Mika), e Fedez, mica m’aspetto che capiscano. Sento le canzoni che producono e dico: va beh, chissà se l’han capito De Andrè… e non pretendo dicano la cosa giusta. Ma da Manuel, per Diana, Sì, altroche se me l’aspetto. Dunque che si muova. Sono felice d’esseremi, oramai, quasi abituata alle metafore di Fedez. Riescono a risultarmi indifferenti e non mi provocano più quel brutto sentimento d’ira d’un tempo.

Sarebbe stato bello potersi consolare con qualche bella esibizione subito dopo, invece niente: Marco che ora si chiama Fem, stona terribilmente tutta la canzone dei One Republic. Les Enfants riescono a cantar male Luca Carboni (nonostante persino io sia in grado di fare una versione migliorata delle canzoni del buon Luca). Gaia e Silva Forte (la quale ha deciso di mutilare il suo nome) cantano rispettivamente Fast Car e The Blower’s Daughter. Io stonature evidenti non ne ho sentite, ma una noia mortale. Forse non ne ho sentite perché ho smesso di ascoltare. Chi è riuscito ad arrivare fino in fondo può dire la sua. Stando al twitter Gaia par davvero amatissima, quindi immagino non abbia effettivamente stonato.

Ci si consola solo con Arisa, che ha gli occhi lucidi e parla sopra gli altri giudici, canta le canzoni al posto dei concorrenti e immagino, di nuovo, quanto sarebbe bello se ci fosse anche Morgan con i suoi zuccherini.

Ho paura di guardare la seconda manche perché devono ancora cantare i Daiana Lou di cui ho seriamente molta paura.

Già i testimoni di Geova mi spaventano in generale, figurarsi una che ne è pure sopravvissuta. Tanto di cappello, ma tutto a posto non puoi essere. E infatti si vede quando canta. Ma anche quando sta ferma. Io le auguro il meglio, però spero che con la musica ci riprovi dopo la terapia. I miei pregiudizi non solo trovano riscontro nella realtà, ma addirittura si realizzano in forma peggiorata: i due non son manco sul palco ma in mezzo alla gente, lei grida mentre cerca di cantare Back in Black, emettendo quegli acuti ad ultrasuono e si dispera, proprio come ha fatto durante i casting. Temo che Alvaro Soler la consideri la loro cifra stilistica, e non abbia intenzione di levargliela.

Dei concorrenti in gara durante la seconda manche temo anche Rochelle, pure lei m’incute timore. Durante la sua esibizione credo di aver capito perché Rochelle piaccia al pubblico: essi sono abituati a considerare Fedez un rapper, indi per cui Rochelle sembra fantasmagorica. Andrea Biagioni è noiosissimo, ma non a livello timbrico come le ragazze della prima manche, a livello timbrico mi piace anche… è proprio noioso il suo modo di cantare. E infatti la sua versione dei Radiohead è tediosa benché lui sia l’unico decente, a livello vocale, di tutta la puntata. Anche Eva, con Wise Up, non si può dire abbia sbagliato chissà che, ma fatico a sopportare quel modo di cantare in stile canto jazz. Al di fuori del Jazz.

Diego è l’eliminato della serata, con un’Arisa che è troppo ubriaca (sue dichiarazioni in seguito alla puntata) per riuscire a difenderlo come meriterebbe (?). Effettivamente non meriterebbe, perché sul palco è imbarazzante. Ha quel faccino così simpatico però, che in mancanza di qualcuno che mi piacesse davvero, stavo ipotizzando di prendere lui come preferito… ma evidentemente non è la buon’annata.

Mi mancano quei tempi in cui ad X Factor poteva entrare un concorrente anche a metà stagione. Ogni tanto il giudice ri-apriva i casting e via. Volti nuovi. Qua mi devo tenere questi. Fortunatamente ci pensano Elio e Mara Maionchi ad esseri seri, e con il loro Stra-Factor troviamo concorrenti più interessanti che quelli in gara.

Nella prima puntata di Stra Factor abbiam ritrovato i simpaticissimi alpini, per cui faccio un tifo spudorato, il giapponese fan di Mengoni (questa volta ci ha deliziati con Guerriello), e Dumitru, lo showman ballerino dei casting di quest’anno. Le prossime puntate si prospettano ancora migliori, e speriamo migliori anche il live.

Advertisements


Categories: Arisa, Ironico, Talent Show, Televisione, Trash, X Factor

Tags: , , , , , , , , , , , ,

3 replies

Trackbacks

  1. X FACTOR 10: Il 6 Live Show, Manuel Agnelli contro Arisa | Trash Sorrisi e Cafoni
  2. X FACTOR 10: La semifinale, o ammettere tristemente che il tuo preferito fa ca*are | Trash Sorrisi e Cafoni
  3. X FACTOR 10: La finale, l’exploit dei Soul System e la tamarraggine del Liga | Trash Sorrisi e Cafoni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: