Advertisements

X FACTOR 10 : Il quinto live ShowzZzZ…

Se qualcuno dovesse avere problemi d’insonnia, io gli consiglierei assolutamente di guardare il 5 live show di X Factor 10.

Caterina X Factor

 X FACTOR 10 , 5 LIVE SHOW: Noia, tedio, uggia, monotonia, ….

Il quinto live di X Factor ha visto sconfitta, ed era anche ora, Caterina Cropelli. Inspiegabile come sia arrivata fino al quinto live, e anche tutta la sicurezza in sé stessa dimostrata di fronte alle critiche. Capisco che per fare questo mestiere, delle critiche, ce ne si debba fregare un po’… ma Caterina non piaceva a nessuno proprio. Forse giusto a sua madre.

Caterina ha infatti cantato malissimo sia nella prima che nella seconda manche, meritandosi appieno l’eliminazione. Sicuramente ciò scatenerà il vittimismo intrinseco di Fedez, che la prossima puntata ci delizierà con metafore assurde, ma un po’ tristi.

Un plauso a chi ha avuto l’idea di mettere le bambole gonfiabili dietro alla Cate. Mi hanno ricordato quella storia del topolino in cui c’è l’unico Donald amato da Manuel Agnelli, cioè Donald Duck, che per quelli meno internasciooonal è poi paperino… e insomma, c’è paperino che vuole impressionare paperina (la quale, pare, essere ammiratissima da tutti i paperi muscolati) e quindi si compra una tuta a muscoli gonfiabili, per far, appunto, finta d’essere un pallone gonfiato pure lui (son certa venga utilizzato proprio il termine: pallone gonfiato, ah care dolci e fresche storie del topolino). Alla fine paperino, come al solito, ha fatto tutto per niente perché a paperina i palestrati non piacciono, ma aveva appena cominciato un nuovo e-commerce di T-Shirt, ed aveva notato le sue magliette addosso a dei paperi, per questo sorrideva sorniona (scherzo, è una storia scritta negli anni in cui gli e-commerce non spopolavano ancora, era un merchandising normale). Va beh, chissenefrega, mi sembrava triste raccontare il sunto d’una storia e tralasciarne il finale, ma era solo per dire che i bambolotti dietro Caterina parevano aver indossato la stessa tuta di paperino.  C’è da dire che sulle cantanti di Fedez, Tommassini questa settimana s’è dato da fare: ha persino vestito Roshelle come la mia sims quando va a rimorchiare in discoteca. Sì, perché mia single è una donna in carriera single per scelta, quindi ogni tanto va a rimorchiare in discoteca  checchè ne dica Gianni Sperti.

Dell’abbigliamento di Gaia non voglio nemmeno parlare, poveraccia, dovrebbe denunciare tutto X Factor per attentato alla dignità personale. Non voglio parlare nemmeno delle sue esibizioni. Per carità divina, in mezzo allo scarsume generale, Gaia, non è certo la peggiore, a volte rasenta quasi la decenza… ma raramente ho visto qualcuno di più sopravvalutato di Gaia, e capisco che la mamma fosse gnocca, ma non credo che la darà ai giudici solo perché fan vincere la figlia.

Fedez X Factor

Stavo per dimenticare quel vaffanculo finale, cioè, dito medio alzato di Caterina che ha scioccato Alvaro  Soler e che segnerebbe il passaggio da Hannah Montana a Miley Cyrus (doveva essere un battuta, l’ho capita, e non ho riso)… ha scioccato anche a me ma non per gli stessi motivi di Alvaro. È che Caterina, in quel momento, mi ha ricordato me e le mie amiche a dodici anni, quando avevamo appena imparato il termine “tro*a” ed allora lo usavamo per tutto, susseguito da risate isteriche e imbarazzate, manco stessimo dicendo chissà quali oscenità.

Le assegnazioni di Fedez durante questo quinto live show, io non le ho capite. Quella cosa che ha fatto, e non cantato, Roshelle durante la prima manche, mi ha scioccata al punto che temevo fossero tornati i Daiana Lou dietro le quinte.

Imbarazzante, a tutti gli effetti, è stato anche il carosello di Loomy. Io continuo a sostenere che Loomy non sia peggio degli altri. Semplicemente è una delle edizioni di X Factor più scarse di sempre, ma Loomy è perfettamente nella media. Non essendo andato al ballottaggio finale, Super Loomy (essì, pare si debba continuare a chiamarlo così),  ha scatenato nuovamente le ire di chi non sopporta Arisa. Ovviamente, tutti gli haters di Arisa stan gridando al gombloddoh!!!

Eppur credevo che quel meccanismo d’empatia, per cui più ci si accanisce contro qualcuno più sta simpatico a tutti i non-accaniti, dovrebbero averlo compreso: han probabilmente passato edizioni intere, di non importa che reality o talent, a votare per gente come Loomy, proprio per lo stesso principio.

Arisa non ha smesso di essere odiata da tutti, soprattutto da Fedez che le ha detto che ha rotto le palle (circa), e nemmeno di far morire dal ridere me. Anche se, ammetto, fossi seduta al banco del giudice probabilmente la sopporterei poco. Io l’ho trovata molto carina in tutti i suoi tentativi di contenersi, e soprattutto che abbia provato ad alzare la mano prima di intervenire. È vero che poi ha parlato comunque, senza essere interpellata, ma gli haters dovrebbero apprezzare lo sforzo. Non mi par giusto nemmeno questo fatto di trattarla come un’incompetente…. solo perché s’è sbagliata d’una decina d’anni, sulla data d’origine della canzone? Sì, era un po’ ridicolo quell’accanimento condito di date sbagliate, ma a me ha di nuovo fatto tenerezza! Riuscire a copiare senza essere visti, ma aver copiato da quello che ha sbagliato è già umiliante di per sé, non serve che si metta Manuel Agnelli (o: colui-che-culturalmente-ce-l’ha-più-lungo-ma-forse-anche-non-solo-culturalmente) a far la ramanzina  E poi dai, d’altra parte non sopportavamo Simona Ventura? Sopportiamo anche Arisa, che almeno è divertente.

Alla fine, come sempre finora, gli unici decenti son stati Andrea Depression Biagioni (che era pure affascinante) nonostante la rottura di maroni, ed Eva Pevarello (sebbene pure la sua esibizione fosse uno grandissimo sfracellamento di co*lioni).

EXTRA FACTOR E STRA FACTOR:

Cecco e Cipo

A me mancano quei tempi in cui l’Extra Factor era il momento in cui si riversava tutto il trash assente durante il live. E in quei tempi, il live, era assolutamente più trash… insomma, sono una delle poche a cui X Factor targato Rai piaceva più della versione Sky (che è poi la versione di tutte le altre nazioni… è stato la coppia migliorata di Amici di Maria De Filippi, appunto, soltanto durante l’epoca Rai). In teoria preferirei lo stampo Sky, ma dovrebbe esserci gente brava sul serio e questa non c’è mai, quindi tutto risulta una trashata mascherata da roba seria, che è più ridicolo che ammettere d’essere trash. I giudici non hanno litigato, non vedevano l’ora di andarsene, ma almeno abbiamo scoperto, grazie al Mara Dixit, che Mara Maionchi e Manuel Agnelli guardano i porno per lo stesso motivo: i dialoghi.

Giudici speciali dello Stra Factor, che è ormai arrivato alle semifinali, sono: Geppy Gucciari e Saverio Raimondo. Lo Stra Factor non è bastato a risollevare gli animi da tutta la noia vissuta in precedenza, e il fatto che Cecco e Cipo e Dumitru gareggiassero uno contro l’altro, è stato un duro colpo al cuore. Io non posso fare a meno di tifare per Cecco e Cipo ovunque essi vadano, ma loro sono estranei alla competizione trash… avrebbero meritato una finale a parte, loro e i Van Houtens.

Primo ad esibirsi è il mio adorato Dumitru con “Wat tis filin” che sarebbe “What a feeling”, la sua performance lo vede ancora intento a ballare ed incitare le folle. Io lo amo. Restate con me popolo di Sky uno. Successivamente è il turno di Andrea Prestianni, il quale, benché fosse il vintore della volta scorsa, s’esibisce al posto degli Avant e Ndrè. Lui sceglie di cantare “Anoteuabastedas” cioè “Another One Bites the Dust”, tenta di essere serio e non essendo bravo è noioso e inutile, nemmeno la sua pronuncia basta a farmi ridere. La terza performance è quella di Santino Cardamone, anche lui esibitosi già la volta scorsa, lui, nel cantato, è una sorta di Vinicio Capossela dei poverissimi. Cioè a me ricorda tantissimo Andrea di Marco quando imita Vinicio. Questa volta, il titolo della canzone è “Terun” come crede (cit) dicano i milanesi. Arriva anche il turno dei miei prediletti, e Cecco e Cipo che cantano “Be” che è una delle canzoni del loro nuovo album che mi piace meno, ma credo sia il loro secondo singolo per cui ha perfettamente senso lo presentino. Ho amato Elio e il suo commento: “Alla 883”, riferito al cambio d’accento tonico su “irritano”. Ovviamente vincono loro, e non resta che sperare, di cuore, che Dumitru venga ripescato.

Advertisements


Categories: Arisa, Canzoni, Ironico, Talent Show, Televisione, Trash, X Factor

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 reply

Trackbacks

  1. X FACTOR 10: La finale, l’exploit dei Soul System e la tamarraggine del Liga | Trash Sorrisi e Cafoni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: