Advertisements

Scrivere uno Young Adult dalle sfumature erotiche è facilissimo

Scrivere un young adult è davvero cosa semplice, basta rispettare, bene o male, questa trama: ragazza goffa s’innamora di uomo ricco, misterioso, bello e potente. Ella perderà la testa per costui. I due, accoppiandosi ed amandosi, infrageranno decine di cuori.

 TRAMA

Due cuori e una capanna

1. L’incontro

Costei incapperà nell’individuo sopraffino (circa a pagina 12), dopo aver elucubrato una serie di  paranoie inutili sulla sua triste vita.

Lui la sovrasterà fin da subito con i propri ormoni, umiliandola e mettendola in imbarazzo, ma soprattutto facendola eccitare un sacchissimo. La protagonista, dapprima reticente, finirà per cedere alle lusinghe del tale, trovandosi in situazioni che non avrebbe manco mai osato immaginare. Come ad esempio fare all’ammore.

2. Tormenti emotivi

Persino il ricco tenebroso sexyssimo vivrà una sorta di prima volta: abituato a farsele tutte e senza mai instaurare alcun tipo di legame sentimentale, per la sfigata perderà la testa.

Ciò sarà chiaro fin da subito al lettore, ma non all’unico POV presente nella storia, quello di lei. La nostra eroina riuscirà comunque a patire le pene dell’inferno, porsi mille dubbi e farsi divorare da paranoie surreali ogni tre minuti. Bene o male basterà che lui pronunci la parola: “Ciao” per farle temere d’esser stata lasciata.

Anch’egli comunque, tormentato di natura, non se la passerà tanto meglio. Siccome il suo punto di vista non sarà espresso (se non in un adeguatissimo spin off, una volta ottenuto grande successo con la propria saga), il lettore intuirà il malessere interiore del tizio tramite vari espedienti letterari.

Questi possono essere suddivisi in tre macrocategorie:  

  • Episodi onirici (parlare nel sonno, incubi, svegliarsi di soprassalto quando lei non c’è – anche se fosse solo andata a psiciare svelto svelto)
  • Mimica facciale ( labbra che serrano, occhi a fessura, irrigidimento dei muscoli volto, mandibola contratta).
  • Gestualità e tic nervosi (passarsi ripetutamente una mano fra i capelli, incrociare le braccia, manie ossessivo compulsive).

3. L’amore

Il loro amore si limiterà ad un susseguirsi d’incontri sessuali da capogiro e paranoie random.
Niente cose da coppia normale: passeggiare al parco, guardare un film al cinema, andare all’Ikea, fare la spesa, uscire con gli amici… In effetti, non esistono praticamente gli amici. Servitù per lui, nutella per lei. Eccezzionalmente potranno recarsi al ristorante dove lui si dimostrerà geloso anche del cameriere (reo d’aver toccato la stessa bottiglia d’acqua sfiorata anche da lei successivamente).

L’amore dovrà infatti risultare qualcosa di più simile all’ossessione e alla malattia: rapidissimo e totalizzante. Il novello sentimento spingerà il cavalier facoltoso a palesare le proprie manie di controll,  facendo sentire molto amata lei, ma anche un po’ invasa (ci deve essere solo un sentore d’invadenza, dato che lei, essendo speciale, capirà che i bizzarri comportamenti di lui siano dettati da un grande amore e da un passato difficile).

Le manie possono variare dal rapire l’amata  al comperare l’intera impresa per cui ella lavora al fin di controllare ogni sua mossa.

4. Colpi di scena

Personaggi extraconiugali sono ammessi. No, non nel senso che la coppia ha diritto di tradirsi (sia mai!) Si può, però, introdurre, improvvisamente, un personaggio estemporaneo che faccia cose mettendo a rischio la serenità degli eroi. Un ex pericoloso, un ricattatore folle, una psicopatica innamorata, son tutti personaggi adatti. Sarà sufficiente che l’antagonista riesca a condurre uno dei due protagonisti a rischiare la vita.  Il timore che lei, o lui, possa essere morto/a non deve, in nessun caso, perdurare per più di due pagine.

Se si riuscisse ad essere prolissi, sarebbe meglio suddividere tutti questi colpi di scena in tre o più libri, alla fine dei quali i protagonisti si sposeranno.

5. Spazio/Tempo

I luoghi non dovranno essere più di tre o quattro: casa di lui, casa di lei, impresa di lui, ufficio di lei. I più coraggiosi potranno tentare d’aggiungere un bar o la casa di qualche parente, per differenziare un po’ gli ambienti.

A livello temporale la coppia vivrà momenti intensissimi dopo due giorni a partire dal primo incontro. Dopo una settimana vi sarà la prima crisi, e alla seconda la risoluzione dei fatti  (non che fine del libro).

Dunque, ricapitolando…

Riassunto

Lei,bruttina, inesperta e goffa; [pp 1-9] perde la testa per lui, ricco, sicuro di sé, magnifico e ambito da qualsiasi altro essere vagino munito presente nel libro [pp 12-45]. In poco tempo anche lui, che prima pareva stronzo [pp 12-30], perde la testa per lei [pp 45-63]. Essi scoperanno come ricci [pp 12-300] finché lei non s’imparanoierà per un silenzio di lui [pp 63-71], penserà di non essere abbastanza e piangerà molto [pp 12-300]. Il lettore scoprirà nel frattempo che i comportamenti meschini di lui derivano da un passato molto duro [pp 62-300]. Ad un certo punto, onde a evitare la sofferenza, proverà a separarsi dal nuovo amore [pp 71-90], causando enormi sofferenze ad entrambi [pp 92-150]. Ad un certo punto spunterà qualcuno [pp 152-155] , mai nominato sino a quel momento, che tenterà di uccidere la protagonista [pp 156-157]. Il ricco, essendo tipo onnipotente, riuscirà a sopraggiungere sul luogo del delitto giusto in tempo per fermare il malvivente e prenderlo a cazzotti [pp 158-159]. Il timore di perdere la donna amata per sempre gli farà pronunciare promesse e parole d’amore che rassicureranno lei [pp 162-200], convincendola a fidanzarcisi [pp 200-250]. Lui piano piano imparerà a raccontarle del suo passato, affinché ella possa comprenderlo davvero. [pp 250-300]

Il tutto deve accadere nel giro di due settimane o poco più.

CARATTERIZZAZIONE PERSONAGGI

fumetto

Questa può tranquillamente essere inesistente, le uniche due linee guida da seguire sono:

LEI: neolaureata, impacciata, goffa, intelligente, accanita lettrice con tendenze cielline. I tratti somatici possono variare a piacimento (fermo restando ch’ella non dev’essere troppo attraente… ideale donarle occhi chiari e qualche difetto corporale, un lieve sovrappeso andrà benissimo).

LUI: ricco, misterioso, stupendo, bellissimo, trasuda sensualità qualsiasi cosa faccia. Sorta di reincarnazione della figura mitica di medusa,ogni donna sulla faccia della terra perde la testa non appena incrocia il suo sguardo. Sembra stronzo e cattivo (le prime venti pagine), ma poi si comprenderà che la sua durezza  emotiva è solo il risultato di un’infanzia difficile (la stessa che lo portò ad essere sessualmente promiscuo in età adolescenziale). Il torbido passato dovrà essere intuibile sin da pagina trenta, e completamente svelato alla sessantesima. Ha raggiunto l’apice della carriera e possiede tutto ciò ch’esiste nel mondo, eppure ha soltanto 25 anni.

Qualsiasi altro personaggio femminile presente, invece, dovrà risultare pessimo: donne languide, lascive, assetate di soldi e di minchia. Al fin di una migliore contrapposizione con la protagonista, è imperativo ch’esse siano poco intelligenti ma abbiano le sembianze di modelle brasiliane. Ovviamente, devono anche essere innamorate del potentissimo Lui.

Amici: come già detto, nelle storie di questo tipo, non esistono. È concessa al massimo una migliore amica per il POV femminile (purché  essa rispecchi i canoni espressi qui sopra).

Per quanto riguarda le madri, le tipologie sono soltanto due:

  • Cattive (drogate, troppo impegnate nella loro vita per poter considerare i figli, cacciatrici di dote)
  • Brave (casalinghe).

LESSICO

young adult macchina da scrivere

Le ripetizioni a gogò sono benvenute. Non è il caso di differenziare troppo: il pubblico potrebbe perdere il filo del discorso e sarebbero guai.

I pronomi non sono necessari, in caso di discorso diretto andrà benissimo utilizzare continuamente i soprannomi (o eventuali vezzeggiativi) dei protagonisti.

Gli aggettivi vanno benissimo, solo quando superlativi. Non basterà spiegare che il ricco figuro sia bello, egli dovrà essere bellissimo, facoltosissimo, e via dicendo.

Verbi: Quando i due sono insieme, felicemente, anziché parlare mugoleranno, nel caso in cui dovessero essere arrabbiati l’uno con l’altra, invece, ringhieranno.

Parti del corpo: Inutile dire che dovranno essere superlative anche le dimensioni di lui, anzi, superlativissime. Mentre lei si perderà negli occhi (grigi o azzurri) di lui, lui s’incanterà nel guardarle il culo, le tette, ed impazzirà ogni volta in cui lei si morderà il labbro.

Segni d’interpunzione: punti di sospensione, esclamazione e interrogazione raccomandati. Evitare punti e virgole, che non si è mai capito tanto bene a cosa servano.

Dialoghi: i dialoghi sono inutili ed annoiano tutti da sempre, che siano brevi e coincisi. La maggior parte di essi  vedranno uno dei due interrogarsi su cosa stia succedendo: “Cosa mi stai facendo”? “Cosa mi sta succedendo”? “Costa ci sta succedendo”?

I restanti dialoghi dovranno contenere invece l’espressione: Cristo Santo”. Essa è polivalente e riciclabile per qualsiasi occasione: rabbia, depressione, eccitazione, (…)

Cristo Santo Lana questo vestito ti sta d’incanto”

Cristo Santo Jane, tieni a freno quella lingua per una volta”

Cristo Santissimo da quando avevo incontrato Mike la mia vita era diventata  un tale casino”

Una frase perfetta, ad esempio, potrebbe essere:

Sentii gli occhi di Jake puntati sul mio fondoschiena mentre salivo le scale Cristo santo lo sentii mugularemi girai per guardare Jake nei suoi bellissimi occhi blu. Lo fissai un istante mordendomi il labbro: Cristo santissimo Jane cosa mi stai facendo...”????!!!! Disse a voce più alta

Advertisements


Categories: Ironico, Libri, Trash

Tags: , , , , , , , , , , ,

3 replies

Trackbacks

  1. Fan Fictions e linguaggio: breve glossario della terminologia fans
  2. Una spia tra Amici capitolo V: il diario segreto di Leone e nostalgia di Zanfo
  3. TERMINI DI RICERCA E DUBBI TELEVISIVI: Dal regolamento di Amici alla pronuncia di Temptation

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: