Advertisements

Amici 16: Louboutin, l’inedito di Shady [Analisi di testo]

Louboutin (da leggersi Lobbuttènn) è una canzone composta da Shady Fatin Cherkaoui, e bene o male ha come tematica la stessa che ha tentato d’affrontare anche Riki il cagatore di hit nei suoi inediti (di cui trovate l’analisi QUI), ossia la superficialità della società dei consumi.

Shady, furbescamente, ha scelto l’inglese e non l’italiano per i suoi testi. Al pubblico, infatti, questa canzone è da subito sembrata pregna di significato: in realtà vi è una tale confusione sintattica che è difficile comprendere persino chi ne sia il protagonista.

A leggere il testo, scritto in prima persona, non è chiaro se a parlare sia un centro commericale, un vestito di marca oppure un affabulatore con compito: convincere le giovani a spendere soldi e ad essere superficiali. Magari proprio lo stesso Christian.

LOUBOUTIN (Lobbuttèn)

louboutin

Get some

Soggetto indefinito (tizio, vestito o centro commerciale) suggerisce agli ascoltatori di prenderne un po’.

let me introduce you

Egli chiede il permesso di introdurci

to a whole new world

in un nuovo mondo

I am the one who’ll make you glow.

In seguito si presenta senza specificare le sue sembianze: è colui che ci farà risplendere

(get some) (get some)
I am the one, come on and get some

Continua a suggerirci di prenderne un po’ ma senza esplicitare il complemento oggetto. Indi per cui sapere di cosa dovremmo prenderne un po’, è letteralmente impossibile. Ad ogni modo lui è the one, quello giusto.

Louboutin, Gucci, Prada, Yves Saint Laurent
wanna try, we are what we’re wearing (on)

Finalmente si comprende a cosa sia riferito il get some, ai prodotti Louboutin Gucci Prada o Yves Saint Laurent. Siamo (noi esseri umani) quello che indossiamo, quindi è il caso di provare qualcuno di questi costossimi abiti.

Louboutin, Gucci, Prada, Yves Saint Laurent
I don’t care, my daddy will surely pay it for me.

Tanto sarà il papà a pagare per lui o per lei. Vengono a meno tutte l’ipotesi su chi sia il protagonista unico della canzone. Probabilmente da questo punto della canzone in poi, il punto di vista è cambiato, prima a parlare era un vestito firmato ora una ragazza/un ragazzo che ne desidera uno.

The credit card in my pocket
smashing glasses as a rocket

Come i razzi frantumano i vetri/bicchieri (?) fa la carta di credito in tasca di colui/colei che ha persino un padre molto ricco. Si comprende da qui che Shady non abbia ben chiaro cosa sia un razzo spaziale.

just like everyone
judging from your clothes

Un po’ come chiunque altro (ma che persone avete conosciuto nella vostra vita amiciani? ndr) costei/costui giudica gli altri dai loro vestiti.

I am the one, come on and get some

Ricambia il punto di vista ed è di nuovo il manipolatore, o il centro commerciale o il vestito di marca, che ci suggerisce di comprarne un po’.

Louboutin, Gucci, Prada, Yves Saint Laurent
wanna try, we are what we’re wearing (on)
Louboutin, Gucci, Prada, Yves Saint Laurent

Perché siamo ciò che indossiamo

I don’t care, my daddy will surely pay it for me.

Cambia per l’ennesima volta il punto di vista e vi è la ricca ereditiera/il ricco erditiero, che ci ripete quanto sia figo avere un padre che può comperare vestiti costosi.

Advertisements


Categories: Amici 16, Amici di Maria De Filippi, Analisi di testo, Ironico, Talent Show, Televisione, Trash

Tags: , , , , , , , , , ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: