Advertisements

Amici 16 VIII serale: Stemmine alla ribalta e polmoni sinistri

Dopo il consueto playback in cui entrano i bianchi (accompagnati dai loro prof) e i blu (no), si parte con il “Chi Comincia”. Visto il successo ottenuto due puntate fa, con il cantare le proprie canzoni su basi altrui (cioè le sigle dei cartoni animati) Maria de Filippi decide di ripetere l’esperimento ma all’inverso: basi di canzoni proprie con testi di canzoni dello Zecchino d’Oro.

Elisa ed Emma Marrone Amici 16

Emma si è evidentemente allenata, è davvero brava ma ci ricordiamo tutti non fosse assolutamente in grado di fare questo gioco fino a qualche puntata fa. Emma aiuta anche Elisa nel cantare le sue. Elisa non ce la fa ed è colpita dalla sua solita crisi di ridarola isterica, fortunatamente l’aiuta anche il pubblico nel ritornello: “puffiamo su per giù due mele o poco più”.

Emma deve cantare Lady Oscar sulla base de “La mia città” e si preoccupa perché ha dimenticato l’originale, cioè, presumibilmente, la sua stessa canzone.

La prima sfida è il duetto ballerino cantante: Andreas e Giorgia contro Sebastian e hounlapsusnonricordochi (e da videomediaset è stata censurata quella parte per una questione di diritti).

Insieme ad Andreas ballano anche dei bambini ed indossano la stessa maglietta del Müller (uno dei pochi momenti della coreografia in cui esso è stato inquadrato). Siccome vi è la presenza di Giorgia ritroviamo dei primo piani anche di Emanuel Lo che credevamo scomparso.

Eleonora vedendo Sebastian  a torso nudo si lascia andare ad una tempesta ormonale, credendo di non dover temere nulla per la sua reputazione siccome non ripresa. Peccato che poco dopo sia proprio la sua fida confidente, Ambra Angiolini, a spu**anarla.

Thomas Bocchimpani canta celebration ed è una delle sue peggiori performance, difficilmente ascoltabile all’inizio e poco meglio poi, per tornare a steccare sui falsetti finali e tutti i “Come on“. Contro il giovane topolino c’è Federica Carta con “Grande Grande Grande”. Federica fa certamente meglio di Thomas a livello vocale, purtroppo ha questa cosa di far sembrare una nenia lagnosa qualsiasi canzone. È intonata, forse più di tutti gli altri, eppure è più coinvolgente l’esibizione stonata e trash di Thomas che la lentezza di Federica.

La Paper prende il punto ma reagisce un po’ scazzata come quando non lo prende, probabilmente non è vero che si lamenta quando perde dev’essere un’espressione che assume perennemente di fronte a delle giurie.

È l’ora di fare entrare Sabrinona (Sabrina Ferilli) e le cabine telefoniche. Ah no quelle entreranno in seguito.

Elisa canta e Andreas balla, perché di porre fine ai duetti canto ballo non c’è verso. La coreografia è sempre brutta e piena di specchi (che a un certo punto vengono anche imbrattati) ma almeno Andreas Müller viene inquadrato un po’ più spesso. Anche Emma canta mentre Sebastian Melo Taveira  “balla” cioè trasporta una valigia.

Maria de Filippi spiega le regole del programma alla Ferilli che, giustamente, le ricorda d’esser stata seduta lì fino a l’altro ieri e di ricordarle molto bene: ha ancora l’impressione di sentire Il Pongo sussurrare al suo orecchio.

Riccardo Marcuzzo ci delizia con parigine come chiodi sulle gambe, fermo il motore tu ferma il momento, ragazza top da copertina ma mai troppo coperta, non più digitale, riflessi sfuocati dispersi nel cielo mentre parli di noi, da oggi comincia una polaroid diversaa diversaa diversaa polaroid, pola pola polaroid.

Niente, solo Pola-Pola-Polaroid.

Mike Bird si complimenta con Riki e lui si emoziona e, come suo solito, continua a ripetere: “Grazie Mike grazie”, poi, a centro palco, coglie l’occasione per stritolarlo un po’.

Mike Bird ha l’arduo compito di cantare “Canzone per un’amica” di Guccini. Secondo Ermal è bellissimo che l’abbia cantata con gioia (?): una canzone su una che è morta? Boh.

La tattica di Ermal prima di votare uno o l’altro è bellissima, ed è altrimenti conosciuta come il sandwich di merda: Volevo dire a Riccardo che trovo bellissimo cantare canzoni proprie è molto più difficile (come se scegliessero loro in cosa esibirsi, ndr) però Mike mi è piaciuto decisamente di più e ha cantato davvero bene, comunque Riccardo sei bravo.

Quando Ermal comincia il suo periodo facendoti un complimento, tu ragazzo di Amici, dovrai temere il peggio.

Sabrina Ferilli scherzando chiede a Mike Bird se cerca rogne e lui, inizialmente, s’offende perché capisce d’essere un attacca rogne. Scopriamo la vera età di Mike Bird sempre grazie a Sabrina Ferilli: Mike Bird sulla schiena c’ha 63 anni che sommati ai suoi reali 24 diviso due fa all’incirca 40, quindi Mike Bird ha quarant’anni.

Sebastian s’esibisce in una coreografia dedicata forse ai samurai o forse a Mulan. Per i blu viene scelta Federica con “Love me Tender”, vale quanto detto sopra.

La prima partita è vinta dai bianchi. Riccardo, ancora galvanizzato dai complimenti fatti da Mike, si complimenta con i bianchi per l’ottima partita. In ballottaggio per i blu ci va Federica sempreallegra.

CABINE E SECONDA MANCHE: OTTAVO SERALE DI AMICI 16

Thomas Maria Federica Amici 16

Arriva il momento tanto atteso: le cabine. Tutto è trash e pongato come sempre. Maria sono ormai tre anni che non si premura nemmeno più di nascondere le pongate al fin di far entrare tutti nella cabina di Sabrina.

Siccome le cabine oramai sono tornate è bene usarle in tutte le forme: anche il “Chi comincia” vien fatto dall’interno di una cabina anche se diversa.

Ad Elisa ed Emma viene consegnato un reggiseno. Elisa si scompiscia ed impazzisce per il battutone di Emma: “Questa è una mongolfiera non un reggiseno”.

Il gioco è infilarsi tutti i soldi del monopoli nel reggiseno abnorme. Della sfida si vede poco e niente perché la cabina è oscurata dalla pioggia di soldi finti.  Alla fine di questa sfida di cui nessuno ha visto nulla Stefano solleva Emma da terra, il pubblico impazzisce per via di una sorta di reminiscenza stemmina intrinseca nel pubblico di Amici.

Dopo la sfida Emma-Elisa parte una un rimpallo Mike Bird – Marcuzzo che par quasi una finale, un ballottaggio. Ovviamente, per non rendere troppo evidente quanto i due s’esibiscano più degli altri, viene inserita anche qualche esibizione altrui nel mezzo.

Riccardo canta e ad un certo punto entra anche una bambina a duettare con lui. Riki è così carino con i bambini che vien voglia di vederlo in un contesto diverso, un altro format, più adatto… magari SOS Tata. Thomas tenta di essere ammiccante ma essere sexy, al piccolo topolino, riesce male.

Andreas ha il quadro moralmente impegnato sulla donazione d’organi. È davvero disgustoso poiché ha dei finti organi che si strappa per darli al malato. Vi sono persino delle scritte, caso mai qualcuno non conoscesse l’anatomia umana, che spiegano cosa si trovi dove: POLMONE DESTRO, POLMONE SINISTRO, etc…

Mike Bird canta il suo inedito “Desire”, la canzone ripete tutto il tempo oh oh oh oh ed ha una melodia dalle atmosfere marcuzziane.  Tanto che, se non ci fosse quel sussurato un po’ disfonico caratteristico di Mike Bird, penserei siano tornati i The Kolors.

Riccardo ci scrive in inglese qualcosa che parla di noi: I love you i hate you i’m sorry e, insomma, canta la sua Replay. Risponde Sebastian con “Il ritratto di Dorian Grey” versione Twilight sulle note di Losing my religion”.

Mike Bird dice che non vuole fare ciò che dice Emma e a tutti pare brutto, in realtà le fa una sorpresa cantando “trattengo il fiato” al posto di, credo, “Sunday Morning”. Emma prova a fingere stupore ma non funziona. A rendere sgamabile il fatto che ne fosse a consocenza è la stessa Maria de Filippi, continuando a ripetere che Emma ne era del tutto ignara.

Di nuovo Riccardo Marcuzzo che canta “Imbranato” utilizzando lo stesso identico arrangiamento di Polaroid, il risultato è una cosa stramba e soprattutto tamarra.

Questa manche è giustamente vinta dai blu e il candidato all’eliminazione è Thomas Bocchimpani che è anche l’eliminato vero (nonostante Liotti abbia tentato, maldestramente, di rimandargli questo terribile momento).

Advertisements


Categories: Amici 16, Amici di Maria De Filippi, Emma Marrone, Il serale, Ironico, Maria de Filippi, Talent Show, Televisione

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

4 replies

  1. I tuoi riassunti mi fanno sempre sorridere ma vorrei aggiungere una cosa che ho notato: la spudurata lecchinaggine di Mike. Tra la Ferili, Emma e perfino il povero Riki, Mike si è ingraziato tutti. Di sicuro è il più furbo di tutti e con alcune sue uscite voleva garantirsi il posto in finale. E ci è riuscito. Magari era già tutto deciso, ma ho l’impressione che con Morgan, Mike non sarebbe arrivato in finale. E poi hai notato come nelle ultime puntate il “topolino” non se lo cagava più nessuno? All’inizio era costantemente elogiato ma ultimamente i giudici erano più preocuppati a spendere belle parole sul “percorso in crescita” di Mike snobbando completamente Thomas. Che questo fosse un presagio per la sua uscita? Probabilmente il Pongo ha fatto intendere ai giudici che Thomas non sarebbe arrivato in finale e hanno spostato la loro attenzione su altri. Perché, diciamo la verità, i giudici preferivano Thomas a Mike e quest’ultimo ad un ballottaggio sarebbe sicuramente uscito.

    • Secondo me il fatto è che Morgan ha tentato di cambiare i piani del pongo favorendo Thomas (che non era nei progetti) ed oscurando Mike (che invece sì). Un po’ troppo, perché il Pongo-Piano su Mike è sempre stato quello di attaccarlo così che lui si sentisse male (e credo fossero reazioni anche sincere) e si sentisse la vittima, cosa che, da sempre, ha fomentato tutto il fandom che ancora lo vede come una vittima (nonostante sia in semifinale). Hanno temuto, seriamente temuto, che potesse essere eliminato ogni puntata. E tipo da settembre 😀

      Mike comunque da Morgan era stato oscurato proprio troppo quindi ora ha dovuto avere la sua rimonta (e come dici tu il topolino l’oscuramento perché aveva avuto troppa visibilità) prima di poter essere eliminato.

      La sorpresa ad Emma comunque credo gli sia stata proposta e lui abbia accettato, semplicemente perché dubito possano avere così tanta autonomia.

      Grazie ancora per i complimenti e i tuoi commeneti 🙂

      • Continuo ad essere dell’idea che altri meritavano più di Mike. Se fosse stato così talentuoso avrei capito la scelta di non mandarlo al ballottaggio. In passato era già successo ai The Kolors e a Sergio che non sono mai andati a rischio eliminazione perché erano i più forti e tutti avrebbero perso contro di loro. Paradossalmente avrei preferito che Federica non andasse mai al ballottaggio (non perché sia bravissima ma per il fatto che agli occhi dei giudici è la preferita). Invece Mike è super protetto fin dall’inizio. Magari sarebbe arrivato lo stesso in finale ma il Pongo poteva fargli fare almeno un ballottaggio. Anche contro uno scarso o meno raccomandato degli altri. Tanto per non evidenziare la pongaggine che lo protegge. In questo caso il Pongo ha toppato. È tutto così palesemente pilotato che anche un cieco se ne renderebbe conto.

      • Si anche io penso che altri meritassero di più (in primis uno strego uscito troppo presto) ma va beh, è un mio gusto personale e se mike ha fan che compreranno la sua musica posso anche accettare che vada avanti nel programma… quello che mi fa sorridere è questa cosa del vittimismo: come dici tu si capiva che sarebbe andato avanti, è vero che ha avuto tutte le cose che (non) ha avuto (morgan blabla il contratto discografico blabla), quel che si vuole.. però guardiamo al numero di volte in cui si è esibito dalla dipartita di Morgan, sono tante. E fra una presunta ingiustizia e un ipotetico complotto ai suoi danni, appunto, arriva a farsi la semifinale. Da qui dovrebbe risultare evidente a chiunque che quello della vittima sia stato un ruolo comunque utile a mandarlo avanti e creare attenzione attorno a lui e al programma.
        Poi credo che al Pongo non freghi nulla di nessun ragazzo e strumentalizzino qualsiasi cosa faccia loro comodo, nel caso di Mike è stata l’attitudine a sentirsi come l’incompreso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: