Advertisements

Amici 16 la Semifinale: Juda, Judah-ah-ah

Di primo acchito la semifinale di Amici 16 è stata difficilmente distinguibile dalla puntata precedente. Nel corso della prima mezz’ora, l’unico segnale di distinzione fra le due è stato l’assenza di Shady (e gli abiti di Mery).

Emma Marrone ha dimostrato d’avere di fronte a sé una nuova carriera. Checchè ne dica Monina, e per quanto i palazzetti non siano più stracolmi ad ogni concerto, la Marrone può contare su una nuova nicchia di mercato: testi di canzoni cantate su base altrui. Emma è sorprendentemente brava in questo gioco, altro che amiciani al Tale e Quale Show.

Al contrario delle mie ultime previsioni, e della maggior parte delle edizione di Amici di Maria De Filippi, non è andata in onda la finale di ballo, allora della semifinale: è stata bensì ultimata la decimazione bianca.

Per quanto la giurisprudenza amiciana insegni che sia un accadimento quasi impossibile, l’eventualità che sia un ballerino a vincere tutto quanto il circuito diventa sempre meno remota.

LA SEMIFINALE DI AMICI 16: Primo scontro

Amici 16 semifinale blu

Sebastian Melo Taveira balla su di un mashe up di “Like a prayer” e “Judas”.  Momento topico quello del bacio di Giuda: un tuono segna l’interrompersi della musica e il Taveira nei panni di Jesus Christ (non Superstar) viene baciato da Giuda; la base riprende e parte Lady Gaga. Una meraviglia che già solo così descritta basta a dare un’idea dei picchi di trash toccati fin dall’incomincio della semifinale di Amici 16.

A controbattere per i blu vi è Riccardo Marcuzzo e la sua versione di Caruso. Riki sembra coinvolto e si direbbe senta molto la canzone. Peccato che sentirla sia quasi impossibile per me, che in cuffia odo soprattutto le grida del pubblico, le quali causano dolore e fastidio al mio timpano sinistro.

Ha la meglio il Marcuzzo che farfuglia qualcosa su Dio (e non sta parlando dell’ account tuittèr di perculo), Maria teme voglia dire una parolaccia, o peggio una bestemmia, ma interviene Elisa per spiegarci un “gioco stupidino” fatto dai blu. Non si comprende troppo bene nemmeno dopo la spiegazione di Elisa: qualcosa su Sebastian e Dio e le carte di Amici.

Si passa dunque a una nuova sfida ballo-canto ma con protagonisti Andreas e Mike.

Andreas Müller è il protagonista del quadro seguente, la cui tematica è la scelta della faccia da indossare: scelta quotidiana assai complessa per ogni individuo. Visi diversi spuntano ovunque: maschere anonime ( come quelle usate dai rapinatori per mascherare i volti)  appese alle pareti, trasportate su vassoi da graziose ballerine, fra le mani e sul viso di Andreas,…

A Mike Bird, per questa puntata, e anche nella precedente, sono state affidate diverse canzoni cantautorali italiane, evidentemente non gli hanno portato fortuna ma vi è un’altra cosa da dire in merito a ciò.

Premettendo che a me Mike non piace nè mi è mai piaciuto (non mi piace il suo timbro, non mi piace il suo stile, non mi piacciono le sue canzoni, non trovo i suoi testi particolarmente più interessanti di quelli di tutti gli altri amiciani e non mi piace nemmeno il suo nickname), non trovo carino virare così il suo percorso ad cazzum solo per dimostrare a Morgan che anche senza di lui vengono scelti autori seri e che conoscono la musica italiana anche senza di lui.

Mike Bird si è presentato in quella scuola cantando “Closer”, avendo chiari riferimenti al pop inglese. Scrive in inglese. È quello che, fino a ieri, sembrava volesse fare, calcare le false orme di Paolo Nutini, riuscendoci secondo me male e secondo le merle bene.  Il Merlo ha tante fans, e l’hanno apprezzato per le cose,e il modo, con cui si è presentato fin dall’inizio. Non si tratta di un Thomas, il cui personaggio è stato costruito piuttosto durante la fase serale. Era giusto continuare a proporlo in quel modo, quello con cui si è presentato, il suo.

Amici 16 semifinale

Elisa e Riccardo duettano su “Emozioni”, in un qualche punto sembrano sfasati ma tanto io, in queto duello a singolar tenzone Riki/Elisa-Sebastian, tengo a Gerry Scotti (che è entrato in studio in quanto terzo giudice). Sebastian balla accanto a una centrale elettrica in miniatura, vi sono anche delle braccia meccaniche e una ballerina che però interagisce poco con Seb.

Federica Carta (che, cari lettori che arrivate qua tramite ricerca sui legami di parentela fra Federica e il resto della famiglia Carta/Pausini, non lo so di chi sia parente, qualcuno d’importante probabilmente, ma non credo di un Carta famoso) canta Lean On. Su Federica è un po’ come sparare sulla croce rossa: è intonata, anche tanto, ha un carisma inesistente e continuo a chiedermi se, vista la giovane età, non fosse il caso di aspettare qualche anno prima di gettarla in pasto al grande pubblico e bruciarle la carriera sul nascere. Dubbio che m’attanaglia per abbastanza poco tempo perché, nonostante mi sforzi, fatico ad interessarmi al caso Federica Carta.

Ermal Meta canta e Sebastian balla, Ermal (complice la canzone non allegrissima) crea un atmosfera malinconica ma pur sempre dolce e lui canta sempre in maniera impeccabile: peccato per quel palloncino fastidiosissimo che non ho ben capito cosa simboleggiasse. Il quesito mi ha impedito di godermi appieno l’esibizione vocale di Meta e ancor non trovo pace nè risposta. Cosa rappresentava il palloncino? Il cuore? L’anima? Lo spirito del morto? L’Urna con le ceneri? Cioè Ermal si porta le ceneri dei suoi cari nella tasca destra in alto? E anche Mike Bird?

Mike si sfida con Andreas, il quale balla con i The Giornalisti ( sì, è proprio il nome che si sono scelti: the giornalisti) che è il gruppo di nicchia mainstream del momento: nel senso che se si vogliono avere gusti raffinati ma pur sempre pop, allora ascoltare i the giornalisti è perfetto.

AMICI 16 LA SEMIFINALE: Secondo Round

Amici 16 semifinale intervista trash

L’intervista trash con la scatola viene fatta ai ragazzi anziché a Gerry Scotti. Ognuno ha un oggettino a partire dal quale deve dire qualcosa, qualsiasi. Stelle, cuori, case, e frasi un po’ banali da parte dei ragazzi, e la pagliacciata è presto finita. Il pubblico impazzisce perché Riccardo non ha mai trovato l’amore della sua vita ma anche perché Mike Bird in Spagna ha guardato le stelle.

Si riprende con la sfida a squadre, il primo a ballare è Sebastian: atmosfere cupe e rettangoli luminosi, per Andreas Müller tornano invece i buoni e cari appesi.

Secondo Liotti Andreas quando balla ha un’espressione facciale e corporea bellissima, mentre quando è statico sembra un pesce lesso.

Il duetto bianco vede, ovviamente, coinvolti Emma e Mike Bird che cantano “Il Conforto” di Tiziano Ferro Feat Carmen Consoli. Io trovo che il Conforto abbia una metrica davvero bizzarra: in alcuni momenti ho l’impressione vi siano troppe parole e che queste non facciano a tempo a starci tutte in musica.

Riccardo canta accompagnato da Elisa al piano e io mi sento come se mio figlio si stesse esibendo durante la recita scolastica. Del testo della canzone si capisce poco perché, come sempre, emette dei fonemi strambi, il mio preferito resta: “Ai raiaià to mua”.

Del quadro di Sebastian  su “Come te non c’è nessuno”  non ne ho capito il senso profondo.  Vorrei comunque chiedere al costumista di Peparini se potrei, gentilmente, avere il contatto per comperarmi anche io quelle tutine con le stampe ad automobili colorate. Gerry Scotti sostiene non ci sia bisogno di spiegare niente su questo quadro perché tutto chiarissimo ed espresso benissimo dai bellerini. Io mi sento ancor più scema del solito perché davvero non l’ho capito: era sulla pedofilia o sui mostri sotto al letto?

La sfida Canto Io Emma-Elisa mi preoccupa non poco. Piovre che cadono su Elisa, Emma che sembra posseduta e impiega otto ore per cantare “A mano a mano”,… niente di rassicurante.

Nel frattempo scopriamo che l’unico laureato fra i semifinalisti di Amici 16 è il Marcuzzo, vien da ridere a chiunque soprattutto alla madre di Riki che, oltre ad essere il mio di idoloh, è la prima perculatrice di suo figlio. Ad ogni modo è stata offerta la possiblità ai ragazzi di acculturarsi e speriamo la colgano, Gerry, giustamente, domanda se non esista l’opportunità di far partecipare Rudy Zerbi ad un corso serale.

I FINALISTI DI AMICI 16: Ballottaggio globale e l’eliminazione di Mike Bird

Amici 16 la finale

Il regolamento consultato qualche puntata fa dall’illustre sconosciuto è nuovamente cambiato: al ballottaggio ci va tutta la squadra e le ragioni sono ignote. Maria prova ad accampare qualche scusa ma sappiamo quale sia la verità: dissimulare meglio i piani del Pongo e non far sembrare troppo raccomandati i blu.

Michele Merlo aka Mike Bird lascia il programma, ovviamente il verdetto viene annunciato quando a rimanere sono soltanto lui e Riccardo (mentre gli altri già sicuri finalisti). Per Michele Merlo Amici 16 finisce qua e anche per le sue fans, anzi, queste cambiano idea in continuazione. Dapprima hanno affermato che avrebbero smesso di guardare la trasmissione(cioè, che non avrebbero guardato la finale essendo che poi questo finisce anche per i fans degli altri), in seguito han ben pensato di non abbandonare la prima linea: armate di hashtag e tablet diversi, le tendenze tuittèr non avranno scampo di fronte alle Merle.

Maiky riesce a scatenare una polemica anche da eliminato: non farà gli Instore.  Le parole del Merlo hanno scosso profondamente i telespettatori che si dividono ora in: fans degli instore e haters degli instore. Se si è parte del primo gruppo bisogna criticare aspramente Mike e sostenere che chiunque non presenzi a degli instore sia maleducato; i secondi dovranno invece difendere l’idea che gli instore siano un po’ per bimbiminkia, robadayoutubers, non per Mike.

Amici 16 semifinale

Un buon riassunto della semifinale di Amici 16 può essere questo semplice frammento dell’intervento di Luca e Paolo, cambiando però la domanda che diventerebbe: qual è stata la cosa più interessante vista in quest’edizione di Amici 16?

Val la pena resistere fino agli ultimi minuti unicamente per il duetto della buona notte (si chiama così, la buona notte di Amici) Ermal Metal- Elisa su Piccola Anima. O, alternativamente, recuperarselo escludendo il resto della trasmissione.

Advertisements


Categories: Amici di Maria De Filippi, Emma Marrone, Il serale, Ironico, Maria de Filippi, Personaggi, Talent Show, Televisione, Trash

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

4 replies

  1. Ammetto di aver esultato (e non poco) per l’uscita di Mike. Ero convintissima che ad avere la peggio sarebbe stato un ballerino (anzi Andreas, visto che tre bianchi eliminati di fila era inimmaginabile). L’unica puntata in cui ero sicura non uscisse il Merlo, è stato eliminato proprio lui. Sarà il karma, boh. Vorrei pero’ spezzare una lancia a favore di Mike che ho disprezzato fin dai primi giorni. Penso sia stato strumentalizzato più di tutti lì dentro. Prima è servito come antagonista a Riccardo (i famosi maschi Alpha di Braga), poi l’hanno usato per il caso Morgan e infine con il libro di Leone (di fatto era l’unico estasiato per essere finito in copertina e ha pubblicizzato il libro leggendolo durante tutta la settimana). Quindi, è anche lui solo una pedina di un gioco già deciso dal Pongo. Resta il fatto che con la sua uscita pensavo di essermi liberata delle fan e invece hanno continuato a rompere su Twitter a colpi di hashtag. #haivintomike è l’ultima trovata e hanno anche in mente di invadere Twitter per la finale mandando in tendenza il loro idoloh (#mikeilnostrovincitore #nomikenofinale #mikeboicottalafinale). Che poi certe hanno anche minacciato di non guardare la finale (ma magari, magari fosse vero) e poi hanno ritrattato tutto visto che Mike deve essere presente alla puntata per l’assegnazione del premio Vodafone. Son sicura che verrà consegnato proprio a lui, come contentino. Sennò il poverello viene a Roma per niente.
    Mike a parte, posso dirmi soddisfatta della finale. Due ballerini molto talentuosi e due cantanti brav…ehm….sì insomma, due cantanti. Federica per quanto mi sforzi, non riesco a farmela piacere. Sarà perchè ha una voce “comune” e per niente riconoscibile. Resto dell’idea che di cantanti come lei ce ne siano a bizzeffe in giro e penso che cadrà nel dimenticatoio molto presto. Di Riccardo invece non posso dire che spicca per il suo talento (le stecche in alcune esibizioni verranno ricordate nei secoli dei secoli) ma ammetto le sue canzoni ti entrano in testa. Questa edizione verrà ricordata anche per “parigine come amiche sulle gambe” e “confondere lo zucchero al posto del sale”. Vuoi o non vuoi ti ritrovi a cantarle e, testo a parte, sono orecchiabili. Se devo scegliere tra i due, preferisco Riccardo e non tanto per il talento ma per la simpatia (mi strappa sempre un sorriso quando fa lo stupido in casetta). Tanti si stupiscono che lui sia arrivato in finale ma io mi sarei stupita del contrario. Alla fine è quello che ha più fan e vende di più, una gallina dalle uova d’ora per il Pongo. E poi il suo genere pop rispecchia il target del pubblico bm che segue Amici.
    A proposito del Pongo, di sicuro avrai letto del cambio di regolamento in vista della finale. Beh, a parte il fatto che il pongoregolamento non è mai esistito, penso che questo nuovo meccanismo sia stato costruito per far vincere un ballerino. Infatti alla finalissima arriveranno obbligatoriamente un cantante e un ballerino (e non due cantanti come è sempre stato negli ultimi anni) e molto probabilmente ad avere la meglio sarà un rappresentante della categoria ballo. E sinceramente sarebbe anche giusto visto il livello dei due ballerini finalisti. Staremo a vedere come andrà a finire. Comunque, come ho detto più volte, questa edizione verrà ricordata per le polemiche e il trash, non per il talento dei concorrenti e tutto questo grazie a Mary che sforna sempre programmi di qualità.

  2. Sì anche io ero convinta avrebbero fatto la finale ballo in semifinale, mi hanno depistata con quel libro bellissssssimo che m’era apparso come un mega spoiler della finale (e mi pareva strano volessero perdere i televoti portati dal fandom bordiano), perché fino a qualche puntata fa ero convinta avrebbe vinto un ballerino. Maledetto Pongo e maledetta Cappi, sono riusciti a depistarmi per un attimo 😀

    Il Pongoregolamento immaginario quest’anno ha raggiunto il record di cambiamenti, ma con che faccia riescono ancora a parlare di questa fantomatica legislazione amiciana? LO SAPPIAMO CHE NON ESISTE

    Sì sono d’accordo che Mike, per quanto non mi piaccia, sia stato ben sfruttato dal Pongo fin dall’inizio e fatto fuori perché, probabilmente, temevano le fans avrebbero potuto soffiare la vittoria al predestinato.

    A me Riccardo fa troppo ridere, come sente le canzoni, i suoi inediti, nonostante il testo che c’ha scritto, lui è lì che le canta come se dovesse farci intendere questo messaggio importantissimo, come se stesse cantando una canzone superimpegnata. È bellissimo guardare la sua faccia mentre canta senz’audio e immaginare cosa stia dicendo, poi rimetterlo e sentire “se quando capisco che esiste l’amore perdo le parole”.

    Di stecche se ne sono prese un po’ tutti, forse Federica, in questo senso, è una delle migliori. Peccato per il carisma inesistente e, come dici tu, la poca originalità in generale. Nemmeno io riesco a farmela piacere, e il fatto è che pare non piacere proprio a nessuno… ma dove sono i fans di Federica? Sono pochissimi rispetto a quelli degi altri o è una mia impressione?

    • Guardando le vendite penso che anche Federica abbia diversi fan, il fatto che non facciano polemica come le merle li rende più silenziosi e “invisibili”. Quindi esistono anche se, secondo me, dureranno poco. Il successo di Federica sarà pari a quello di Deborah Iurato a mio avviso. Riccardo si salva per il bel faccino e gli inediti semplici, forse durerà un po’ di più della collega. Anche Thomas sta andando discretamente bene con il disco, resto dell’idea che l’età sia per lui un punto debole ma vedremo in futuro chi rimarrà nel mercato discografico. Invece sono convinta che per Shady e Mike non ci sia posto in Italia. La loro è un po’ musica di nicchia, soprattutto quella di Shady. Mike all’inizio si presentò come anticonformista, portatore della musica indie ma alla fine si è adeguato al pop anche lui. Basta ascoltare l’inedito regalatogli da Stash che ripete oh oh oh all’infinito e altre frasi senza senso prese dallo stile marcuzziano (una sorta di deja-vu di Everytime). Quindi Mike deve un po’ decidere: se continuare per la sua strada o adeguarsi al mercato italiano. Ci sarebbe anche una terza opzione: andare in giro per l’Italia a fare firmacopie del libro di Leone visto il suo entusiasmo di essere finito in copertina (detto anche ego smisurato). Ah no scusa, lui è quello che schifa gli instore. Peccato, ce lo vedrei bene a firmare centinaia di copie del libro con a fianco la Cappi che esulta soddisfatta.

      • Si è vero, forse poi Federica ha un pubblico più diverso: non fomenta ma alla fine si compra. Anche io la vedo come una Iurato ma non so se è per il tipo di percorso fatto internamente alla scuola, lo scarso carisma, o ciò che immagino diventi in futuro.. probabilmente una summa delle cose 🙂

        Si Mike e Shady sono stati illusi durante tutta la prima parte di programma che la loro “originalità” (originalità per Amici, perché entrambi attingono da quel mondo inglese un po’ indie ma ormai già commerciale) fosse quel che cercavano poi durante il serale semi snaturati. A Shady è andata un po’ meglio almeno per gli arrangiamenti sempre abbastanza adatti al suo mondo, a Mike un po’ meno.
        Sì orribile l’inedito di Stash e anche io ho notato gli oh -oh – oh… saranno il marchio di Stash tipo la Z di Zorro 😀
        Io comunque spero sempre che gli amiciani non si facciano ingabbiare dai prodotti preconfezionati offerti da pongo and co. Perché se no poi si finisce come Bernabei ad essere riproposti all’infinito a Sanremo e non se ne può più 😀

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: