Advertisements

Grande Fratello Vip quinta puntata: ode a Simona Izzo

Già faticavo a capire il televoto basato sull’empatia nel Grande Fratello degli sconosciuti, figuriamoci, dunque, quanto io lo possa apprezzare nella versione Vip. Insomma, il motivo per cui venisse mandata avanti gente inutile, solo perché apparentemente gentile, a discapito dei “cattivi” (quelli un po’ stronzi o un po’ pesanti ma con carattere, e, comunque, divertenti) è per me incomprensibile.

Un meccanismo che, d’altronde, pensavo sarebbe cessato sette anni fa, ma che invece è rimasto sempre in voga come i vizi alla moda del Don Giovanni.

Simona Izzo

La quinta puntata del Grande Fratello Vip, per motivi a me incomprensibili, ha visto l’eliminazione di Simona Izzo.

Sì, proprio lei: Simona Izzo… la cui partecipazione sembrava promettente da prima che venissero rivelati i concorrenti; quella che, la prima puntata, dopo due minuti, si era già scofanata l’intero aperitivo; quella che passa le ore a cercare di decifrare sigle ed acronimi statali; la stessa che ha spiegato a tutti i concorrenti come fare la differenziata ed ha rotto le palle a chiunque s’appropinquasse alla cucina.

Certo, non la vorrei avere come ospite in casa mia e meno che mai parteciperei ad un programma televisivo con lei. Vederla lì, però, era uno spasso. Come la nostra cara Valeriona Marini, Simona Izzo ha subito un trattamento ingiusto all’interno della casa del Grande Fratello Vip, con tanto di eliminazione precoce a coronare il suo percorso. La stessa pesantezza che avrebbe dovuto divertire il pubblico è stata causa della sua dipartita, perché il pubblico vota empaticamente e non pensando ai contenuti televisivi che potrà regalare l’uno o l’altro personaggio. Empaticamente, ai telespettatori, Simona Izzo è sembrata antipatica e pesante. E quindi, a discapito della Simo, l’ha spuntata l’inutile Flaerthy, di cui nessuno è certo di come si scriva il suo cognome ed è talmente inutile (a fini televisivi, ovviamente) che non vien nemmeno voglia di cercarlo su Google.

E così dopo Carmen di Pietro e Predolin è giunta anche l’ora della Izzo: la gialappa’s band si ritroverà a condurre un Mai dire Malgioglio Show, mentre noi ad assistere a noiosissime puntate in cui centrali saranno dei flirt inesistenti, Andrea Damante e Giulia de Lellis che si mancano (e che una volta usciti faranno il giro del mondo), e il furbo equilibrio amichevole di Daniele Bossari.

E se già fino a questo momento avevamo riso poco, da adesso in poi possiamo decisamente scordarci il trash divertente: la ragion d’essere dello stesso format.

Si spera che Simona Izzo e Predolin possano rimanere per sempre in studio a rubare la parola a Ilary Blasi e litigare fra di loro. Un Grande Fratello Vip fuori dalla casa del Grande Fratello.

E che Ricky Tognazzi possa continuare a sfogarsi su Twitter come lunedì sera.

Nel frattempo salutiamo Simona Izzo, ciao Simo ci mancherai.

Ciao Ricky, grazie di tutto.

 

 

Advertisements


Categories: Grande Fratello Vip, Ironico, Reality Show, Televisione, Trash

Tags: , , , , , , , , ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: