Advertisements

Amici 17: Il massacro dei The Jab

Non (mi) capita spesso di avere dei preferiti ad Amici, cioè, non una preferenza dovuta alle doti artistiche: non si dovrebbe guardare la televisione (ed un programma notoriamente trash) cercando qualcosa che non sia il trash.

Ogni tanto però bisogna ammettere che qualcuno che proponga qualcosa di buono ed originale esiste… anche negli studi di Maria de Filippi. Di solito ve n’è al massimo uno all’anno e normalmente viene silurato in fretta.

Quest’anno, questo ruolo, è toccato ai The Jab.

I The Jab: da band rivelazione a gruppo anonimo

Le dinamiche del Pongo

The Jab

I The Jab erano partiti bene, bisognava far passare il litigio di Matteo con il resto della sua band come buono e giusto. Serviva un confronto, ecco che tutti i professori trovavano i The Jab originali, bravi e capaci ed hanno gioito per la loro ammissione al programma.

Per un attimo v’è stata l’illusione che potessero essere considerati i nuovi The Kolors, ma il trattamento ricevuto è risultato ben presto differente.

I The Jab non hanno venduto mozzarelle per comperarsi gli strumenti, non hanno la battuta pronta e l’accento partenopeo (che nei programmi di Mery fa subito taaaanta simpatia), e il loro frontman è un tipo che a Maria de Filippi non piace: non serve a creare polemiche, non si è fidanzato con nessuna/o, non bacia i suoi chitarristi, preferirebbe essere considerato per la sua musica e non per la sua personalità,… Alessandro è poco televisivo e non è abbastanza raccomandato.

Da casa una fetta sempre maggiore di pubblico comincia ad apprezzare sinceramente i The Jab, e, dunque, in prospettiva di una futura eliminazione, essi cominciano a venir oscurati dal Pongo.

Si può dare visibilità a un alunno tappabuchi che gode di poco riscontro da casa, ma non ad uno che comincia ad essere amato.  [Comma 10 del Pongoregolamento Amiciano]

A differenza di altri oscurati a cui siamo stati abituati, la cancellazione dei The Jab è avvenuta di colpo. Ad un certo punto sono semplicemente spariti (probabilmente nessuno aveva pensato che fra un Einar, un Irama ed una Emma accoppiata con Biondo, potesse esserci ancora gente a notare i The Jab), la loro decantata originalità si è trasformata in assenza di personalità, il sabato neanche l’ombra di un’esibizione e nei daytime manco a parlarne.

Zerbi ha improvvisamente cominciato a dire cose negative a caso su di loro, sempre con lo stesso ghigno (un po’ isterico e sadico) che assume ogni qual volta muova una critica a qualcuno. A detta del Rodolfo non vi era alcun fil rouge a legare le loro canzoni: chi sono i The Jab? Questa cosa o quest’altra? Tutti hanno dapprima tentato di spiegare che sono quella roba e quell’altra, ma poi hanno ceduto, pensando che forse Rudy avesse ragione, per cui hanno cominciato un lavoro sugli arrangiamenti (lavoro che, comunque, da casa non abbiam potuto sentire poiché il sabato è stato loro vietato d’esibirsi).

The Jab Amici 17

… Il teatro anti- The Jab si protrae sino agli accessi al serale: ovviamente a loro viene negato, e nessuno si assume il compito di sfan*ularli vis-à-vis. Non passano perché non hanno abbastanza sì, non perché vengano direttamente eliminati da un professore o in seguito a una sfida.

D’altra parte, forse, è meglio per loro.

Il programma di Maria de Filippi ha perso credibilità anno dopo anno… e siamo ormai al diciasettesimo. Staccarsi l‘etichetta di Amici è praticamente impossibile, se si ha successo dopo il programma si resta prodotti di Maria in eterno. I The Jab sono sopravvissuti abbastanza poco là dentro, il loro nome non sarà per forza legato a quello di Amici in futuro, e, proprio il fatto di essere stati silurati tanto in fretta, farà goder loro di una credibilità maggiore rispetto a quella dei loro compagni.

 

E secondo voi? Per i The Jab è stato meglio così o avrebbero dovuto accedere al serale?

 

Advertisements


Categories: Amici 17, Amici di Maria De Filippi, Biografie ironiche, I professori, Ironico, Maria de Filippi, Televisione

Tags: , , , , , , , , , ,

2 replies

  1. I the jab devo recuperarli, come dici tu parlano così tanto dei pongati che loro proprio me li sono persi. Ti farò sapere che ne penso.
    A proposito, secondo me uno bravino è Zic. Ho ascoltato Tregua e sorprendentemente non mi è dispiaciuta affatto.

    • Zic ha delle doti, in alcune cover rende… purtroppo gli assegnano quasi sempre cose molto inadatte a lui, e a livello di scrittura pure si vede che c’è qualcosa e un’originalità che gli altri amiciani si sognano. I the Jab per me erano soprattutto bravi musicisti, non gente che s’improvvisa cantante per la fama che danno i talent show.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: